Menu Chiudi

5 motivi per cui il chatbot Laila conquista l’ecommerce

chatbot

Se in futuro qualcuno analizzerà il modo di comunicare dei nostri anni, dovrà focalizzare la sua attenzione su una sola parola: chat!

Come il telefono ha cambiato la nostra vita, prima nella versione casalinga e poi ancora di più in quella mobile, oggi sono le chat a dominare tutte le nostre conversazioni.

Semplice essere d’accordo. Prova a chiederti quante telefonate fai ogni giorno e quanti messaggi (Whatsapp, Facebook Messenger, Telegram ecc.) invii. Non c’è alcun paragone: su tre telefonate che fai ci saranno almeno un centinaio di messaggi che mandi per lavoro o questioni private.

Le chat hanno vinto: in una società in cui ognuno di noi è impegnato su più fronti, la comunicazione della messaggistica istantanea garantisce il miglior engagement con gli utenti.

I portali, specie quelli di e-commerce, lo hanno capito da un po’, ma sono pochi quelli che si sono attrezzati veramente per garantire una risposta celere ai clienti e soprattutto farlo 24 ore su 24. Questo perché richiederebbe un impegno di risorse spropositato.

Per fortuna la tecnologia si muove più velocemente delle aziende e ha ideato delle soluzioni, come i chatbot, per assicurare una comunicazione più efficace con i clienti.

I chabot rappresentano un mondo straordinario, pieno di soluzioni da offrire, e un mercato gigantesco: secondo un rapporto di Grand View Research, pubblicato da Business Insider, il mercato dei chabot raggiungerà il valore di 1,23 miliardi entro il 2025.

Dalla teoria alla pratica: Laila

Dalla teoria alla pratica il passo è breve ed è allora che ho iniziato, insieme a uno dei team con cui collaboro, a sviluppare un chatbot che avesse tutta una serie di caratteristiche, per adattarsi perfettamente sia alle operazioni di customer care che di marketing ed ecommerce. Laila, questo il suo nome, è nato circa un anno fa.

È stato un anno di lavoro molto intenso e ricco di soddisfazioni, come i 400mila euro accordati da Invitalia per il progetto, l’uscita su alcuni giornali nazionali (come Startupitalia!) e la proficua collaborazione con l’Università degli Studi della Campania, uno dei poli di eccellenza nell’ambito dell’intelligenza artificiale. Tra pochissimo lanceremo una campagna di equity crowdfunding sul sito 200crowd.

Con Laila abbiamo voluto fare uno step avanti rispetto alle tecnologie oggi sul mercato, integrando i due tipi di linguaggio che oggi utilizzano i maggiori agenti conversazionali (NPL e AIML) e inaugurando una terza via che punta a rendere il chabot sempre più vicino al comportamento umano. Abbiamo voluto dare un cuore umano al nostro progetto.

Chatbot ed ecommerce: 5 motivi per il successo

Durante la fase di sviluppo, abbiamo ragionato a lungo su quelli che potevano essere i vantaggi del nostro chatbot per un sito, soprattutto pensando ai portali di ecommerce, i primi a poter beneficiare delle opportunità dei chatbot. Ne abbiamo individuati 5 principali che ti elenco qui.

  1. Non perde nemmeno un’interazione. Lo dice uno studio di Sprout Social: l’89% dei messaggi degli utenti verso un brand non ricevono risposta. Laila aiuta le aziende a non ignorare mai i propri clienti, lavorando 24 ore al giorno, sette giorni su sette.
  2. Ti aiuta a profilare il cliente. Laila vuole ricalcare alcuni casi di successo, come quello di Sephora, profilando gli utenti e proponendo loro prodotti adatti ai loro gusti.
  3. Fa risparmiare tempo. Laila consente di risparmiare tempo (e soldi) nella gestione dei clienti: i tempi sono ridotti, grazie a risposte pertinenti e alla capacità del chatbot di impararne di nuove dal comportamento degli utenti stessi.
  4. Remarketing. Laila funge anche da promemoria per i clienti e ricorda loro di acquistare quelle cartucce della stampante (o altri prodotti) che consumano periodicamente.
  5. Assistenza all’acquisto . Laila aiuta gli utenti a perfezionare gli acquisti, fungendo da guida all’interno del sito ecommerce.

Queste sono solo alcune delle funzioni che Laila garantisce. Se ti interessa sapere altro, puoi cliccare all’interno del sito, sulla voce soluzioni.

Designed by Freepik





Shares