Menu Chiudi

Chi trova un chatbot trova un tesoro: 5 benefici degli agenti conversazionali per ogni business

chatbot benefici

Chi trova un chatbot trova un tesoro, mi verrebbe da dire pensando ai tanti vantaggi che un agente conversazionale offre agli utenti che ne fanno uso. Un chatbot può infatti aiutarti a ordinare cibo, offrirti consiglio su cosa comprare, risolvere problemi con prodotti o servizi che hai acquistato, prenotare un volo in pochi secondi, gestire le tue finanze.

E perfino a trovare l’amore della tua vita, grazie ad alcune app di dating che si servono di chatbot per misurare l’affinità di coppia.

Insomma, i chatbot sono il futuro della comunicazione online. E non lo dico solo io, lo spiegano trend e statistiche che ti riporto in questo articolo dove ti illustro i 5 benefici che i chatbot apportano a ogni tipo di business.

L’interesse sui chatbot è alto: lo dice Google Trends

Rispetto solo a cinque anni fa il volume di ricerca per chatbot su Google è cresciuto di 19 volte, man mano che le aziende hanno iniziato a prendere consapevolezza dello strumento.

Se le imprese, di piccole, medie, come di grandi dimensioni, hanno iniziato a interessarsi alla tecnologia è per la buona accoglienza dello strumento da parte dei consumatori. Ancora una volta sono i numeri a spiegarlo meglio di come saprei fare io:

  • Il 71% delle persone usa chatbot per risolvere i loro problemi in modo più veloce. Il 56% degli utenti preferisce chattare con un customer service invece di telefonare. Il 53% delle persone preferisce fare acquisti su un sito dove è possibile chattare in tempo reale con il brand (i dati sono di una ricerca di HubSpot).
  • Il 38% delle persone accoglie positivamente l’esperienza di uso di un chatbot, mentre solo l’11% prova sentimenti negativi verso lo strumento (dati: LivePerson).
  • Il 40% delle persone è favorevole agli acquisti facilitati da un chatbot ed è disposta a spendere più di 400 dollari, facendosi guidare da un assistente virtuale (dati Ubisend).

Questi, tuttavia, sono solo alcuni dei numeri che raccontano quanto i chatbot siano entrati nella vita delle persone: puoi leggere altre statistiche e case history sul blog di Laila, il chatbot dal cuore umano che stiamo realizzando insieme al team di ricercatori sull’intelligenza artificiale dell’Università degli Studi Luigi Vanvitelli.

5 benefici dei chatbot per ogni business

Qualche settimana fa ho già scritto dei vantaggi dei chatbot soprattutto per gli ecommerce: un matrimonio perfetto, come puoi leggere qui. Oggi invece ti illustro i benefici che un chatbot può avere per ogni tipologia di business, indipendentemente dal settore di appartenenza.

1. Efficientamento di tempi e costi

È il primo vantaggio, quello più evidente. L’utilizzo di un agente conversazionale fa risparmiare l’azienda sui costi del customer service e toglie agli operatori umani una grande mole di lavoro su compiti, spesso ripetitivi e monotoni.

Un chatbot non è infatti realizzato per sostituire il lavoro degli esseri umani, ma per aumentarne la qualità. L’agente conversazionale si occuperà di un primo livello di interazione e poi, per questioni più complesse, passerà la palla agli operatori in carne e ossa, che potranno così specializzarsi sempre di più in un determinato settore del servizio di customer service.

Così il chatbot risolve due problemi. Innanzitutto, le persone non vogliono svolgere compiti manuali e ripetitivi, rispondendo per esempio centinaia di volte alle stesse domande. D’altra parte, le aziende non vogliono allocare risorse per pagare persone destinate a svolgere compiti ogni giorno uguali.

2. Aumento delle vendite

Le aziende che usano chatbot in modo sapiente aumentano di gran lunga il numero di lead e le vendite. Anche qui non sono parole, ma il risultato di case history molto interessanti, che puoi leggere qui.

Questo è possibile perché i chatbot riescono a raccogliere informazioni fondamentali sugli utenti che atterrano sul sito di un’azienda, grazie a poche e semplici domande. La raccolta delle informazioni è infatti il primo passo per profilare l’utente, per suggerirgli i prodotti più adatti alla sua personalità e infine, per invitarlo a comprare di nuovo grazie ad azioni mirate di remarketing.

Profilare i clienti, suggerirgli prodotti, spingerli all’acquisto e fidelizzarli, sono tutte attività che possono essere realizzate a costi contenuti con un agente conversazionale.

3. Servizio 24 ore al giorno

Questo è un altro grande vantaggio che un chatbot offre a piccole, medie e grandi imprese. Pensa a quelle aziende che vendono non solo in Italia, ma in tutto il mondo e quindi hanno bisogno di rispondere alle richieste di consumatori da ogni parte del pianeta (e con fusi orari diversissimi tra loro).

Per soddisfare ogni cliente, servirebbe una squadra di customer service infinita, che lavora su turni massacranti: poche aziende, in fondo, possono permettersela. Un chabot invece lavora in modo incessante e non si stanca mai, riducendo di gran lunga il numero di errori che possono essere commessi da un operatore umano, oberato di lavoro e stanco.

4. Più soddisfazione del cliente

Sì, c’è la sezione FAQ sui siti. Ma quanti utenti la leggono tutta per trovare risposte alle loro domande? Pochi. Quelli più attenti e interessati ai tuoi servizi leggeranno le info che hai scritto, anche bene, sul sito, dalla A alla Z, fino a imbattersi in quello che è il loro dubbio e trovare una soluzione.

Un chatbot, attraverso l’interazione, rispetto alle FAQ, aumenta il grado di soddisfazione del cliente, che non dovrà più leggere testi lunghissimi, ma fare semplicemente una domanda sulla chat dell’agente conversazionale.

L’aumento della soddisfazione del cliente nasce anche da una riflessione molto semplice: a differenza di un operatore umano che può incappare in una brutta giornata e rispondere male a un cliente, magari irritante, un chatbot mantiene sempre il controllo e la calma.

5. Analisi predittive

Oggi tutti sappiamo quanto sia importante analizzare i dati e saperli leggere. Un chabot efficace raccoglie le informazioni che gli utenti rilasciano online e le processa.

Comprendendo i gusti dei clienti, le loro perplessità negli acquisti, cosa comprano di più o cosa meno, un’azienda può trasformare in corsa la propria offerta e assecondare le esigenze dei propri utenti.

I chatbot diventano allora il primo passo di un processo fondamentale: quello che consente agli imprenditori di avere una visione chiara di quello che avviene nel rapporto tra i clienti e la loro azienda, e fare scelte rapide per migliorarlo continuamente.

Sei un imprenditore e fai uso di chatbot? Scrivimi e raccontami la tua esperienza.

Designed by Freepik





Shares