Menu Chiudi

SALGO IN “CATTEDRA” PER UN GIORNO CON UN PUBBLICO D’ECCEZIONE: I FARMACISTI

Di Formazione ne ho fatta tanta in questi anni, ma stamattina – per la prima volta – mi rivolgo ad un pubblico che non avevo mai incontrato prima: quello dei farmacisti.

Lavorerò per qualche ora ad un obiettivo molto preciso e che non può più aspettare: favorire il percorso di digitalizzazione di un settore ancora restio e scettico sulla digital transformation.

L’idea è nata in vista di 𝙋𝙝𝙖𝙧𝙢𝙀𝙭𝙥𝙤, la fiera dedicata all’industria farmaceutica che si terrà a Napoli il 26 novembre, e a cui parteciperemo con la nostra start up 𝙋𝙝𝙖𝙧𝙢𝙖𝘾𝙤𝙣𝙩𝙖𝙘𝙩.

Come mai? Cosa ha 200 Digital District da insegnare ai farmacisti?

Attraverso la SFI, Servizi Farmacia Italia, che opera nella formazione di questo settore da anni, abbiamo organizzato un corso ECM un po’ diverso dagli altri. O sicuramente insolito per questo settore.

La mia lezione di questa mattina si è focalizzata in primis sull’urgenza di dare una svolta all’approccio che il farmacista e il mondo delle farmacie ha nei confronti della digitalizzazione del settore a cui appartiene.

Ci confrontiamo con una categoria che ha radici lontane e antiche e sembra non volersene separare neanche nell’era della rivoluzione tecnologica.

Nelle prime slide del mio corso ho fatto in modo tale da conquistare il mio pubblico sul fatto che non stiamo parlando di una scelta o di una possibilità, bensì di una strada che non può non essere percorsa.

I rischi che corrono i farmacisti se non danno una veloce accelerata al processo di digitalizzazione sono quello di restare obsoleti e di essere scavalcati da chi lo farà prima di loro.

Il punto non è se digitalizzare il settore oppure no. Il punto è solo capire come e in che modo farlo.

Non è facile parlare a qualcuno che considera il proprio status professionale e imprenditoriale soddisfacente e basato su logiche ancora valide e profittevoli.

So benissimo che questa bassa cultura di digitalizzazione nasca dal fatto che esiste ancora un contatto molto diretto e personale tra il farmacista e la sua clientela.

Ma tutto questo non basterà più e il lavoro del cambiamento andava fatto già ieri e non oggi.

La digitalizzazione non è più qualcosa che possiamo o non possiamo scegliere

Presentazione di Pharma Mob, l’app sviluppata da 𝙋𝙝𝙖𝙧𝙢𝙖𝘾𝙤𝙣𝙩𝙖𝙘𝙩

A metà del corso ho lasciato invece la parola a chi tecnicamente ha presentato alla nostra platea l’applicativo Pharma Mob sviluppato dalla nostra start up 𝙋𝙝𝙖𝙧𝙢𝙖𝘾𝙤𝙣𝙩𝙖𝙘𝙩.

Un prodotto appunto finalizzato a sostenere il percorso di digitalizzazione del settore.

PharmaMob pronta per essere rilasciata sul mercato, è stata progettata per guardare ad un nuovo modo di vivere la farmacia: acquisti, spedizioni, invio di ricette mediche, tutto potrà avvenire in pochi passaggi e con un’app user friendly e fortemente orientata al consumatore.

L’importanza del Customer Based Marketing

Questa giornata intensa di formazione ho scelto di concluderla con un focus sul Customer Based Marketing. Anche questa è un’attività fondamentale che non è più possibile svolgere in modo semplicistico collegando solo un nome ad un viso di un cliente.

Ci si deve dedicare alla clusterizzazione del cliente, alla fidelizzazione. Non si può fare a meno della segmentazione dei clienti in gruppi sociali o economici più o meno ampi che viene condotta sulla base di diverse variabili tra cui spiccano, in particolare, la loro redditività media e la loro fedeltà al brand.

Non è stato facile misurarsi in questa nuova esperienza.

E’ proprio vero che gli esami non finiscono mai. Ma sono soddisfatto di poter contribuire – con il mio distretto e le start up che ne fanno parte – a cambiamenti di tipo culturale, sociale ed epocale.

Il profitto e la crescita sono strettamente connessi al lavoro di formazione e informazione che conduciamo sui nostri interlocutori e protagonisti dei mercati in cui scegliamo di rischiare.

Questa è senza dubbio una sfida difficile che parte con un ostacolo iniziale ingombrante. Ma se raggiungeremo il nostro obiettivo, avrà ancora di più il sapore della conquista.

Ci vediamo a 𝙋𝙝𝙖𝙧𝙢𝙀𝙭𝙥𝙤 la prossima settimana

 

 

 





Shares