Menu Chiudi

Vendi in automatico: 5 attività in cui la marketing automation è essenziale

IEM marketing automatico

Che tu sia una PMI che opera nel B2B o nel B2C, la marketing automation funziona un po’ come gli spinaci per Braccio Di Ferro.

Nel B2B, automatizzare le tue attività di marketing e vendita, ti consente, per esempio, di gestire al meglio in ciclo di vita di un tuo lead, ti aiuta a valutare quello che fai bene, e soprattutto quello che sbagli, così da migliorare la tua offerta.

Nel B2C il marketing automatico ti supporta nel definire le migliori strategie di retention e di cross o upsell.

Ma la marketing automation cos’è e quali sono tutte le attività della tua azienda che possono essere automatizzate? E ancora, perché ti conviene farlo? Te lo racconto in questo articolo.

Due obiettivi della marketing automation

Ecco la marketing automation come funziona. Grazie all’automazione, punti a raggiungere due obiettivi cruciali per la crescita della tua azienda.

Il primo è quello più immediato: rendere automatiche attività ripetitive, con le conseguenze che questo comporta in termini di risparmio dei costi e di un impiego più efficace delle risorse umane.

Il secondo invece riguarda la possibilità, attraverso i software di marketing automation, di personalizzare al massimo gli sforzi delle tue strategie di marketing, raggiungendo le persone giuste, con il messaggio più adatto, nel migliore momento della giornata.

5 ambiti principali del marketing automatico

marketing automation

Il marketing automatico abbraccia diverse attività. Sono cinque in particolare:

  1. Email automation marketing. Le email sono uno dei canali in cui è più forte l’automazione. I software di oggi più all’avanguardia ti consentono di inviare email automatiche e personalizzate in base al comportamento degli utenti che visitano il tuo sito web.
  2. Landing page. Esistono software celebri come GetResponse, che ti aiutano nella scelta dei migliori template e nella valutazione dei risultati delle tue attività, con la possibilità di effettuare test A/B per individuare il design che funziona meglio.
  3. Lead management. Ci sono soluzioni che ti  consentono di spedire una sequenza di messaggi divisi per segmenti e/o di modificarne la sequenza sulla base della risposta dei contatti.
  4. CRM Integration. I migliori software in circolazione sanno integrarsi perfettamente con il CRM della tua azienda, in modo da utilizzare tutti i dati a tua disposizione, per gestire in modo sempre più efficace il rapporto con i clienti.
  5. Social media marketing. Hootsuite è una delle soluzioni più conosciute, per gestire tutti i social, scrivere, programmare e misurare le attività, in un’unica piattaforma.

Marketing automation: come non perdere soldi

Quasi tutti i tool che ho citato hanno una versione freemium e feature a pagamento, che dovrai utilizzare se vorrai sfruttarli al pieno delle loro potenzialità.

Per non sprecare soldi, prima di acquistare qualsiasi tipo di software, dovrai carpire quali sono gli obiettivi che vuoi raggiungere e come misurarli. Gli obiettivi possono essere di varia natura, dal generare più lead sul tuo sito Internet fino ad aumentare le vendite di un prodotto x o di un servizio y.

IEM, il nostro software nella marketing automation

“Si può migliorare solo quello che si può misurare”, è una frase che deve orientare il lavoro di ogni persona impiegata in attività di digital marketing.

Proprio per facilitare la misurazione dei risultati di un’attività di marketing, che ho lanciato, insieme a due miei collaboratori, Liberato Strazzullo e Giuseppe Lombardo, IEM, un algoritmo che analizza dati e KPI dei siti e-commerce e porta tutti i dati su una sola piattaforma. Abbiamo da poco lanciato la versione beta e siamo stati finanziati con 80mila euro grazie a un bando del Comune di Napoli.

Vuoi approfondire l’argomento? Qui ti racconto 4 cose che devi tenere bene in mente se vuoi introdurre il marketing automation nella tua azienda:

https://www.carminepappagallo.it/marketing-automation-cose-vantaggi-business/





Shares